Calcinato, rissa tra operai: arrestati in quattro

È da ricondursi a futili questioni maturate in ambito lavorativo il motivo scatenante della rissa che sabato scorso ha visto coinvolti quattro operai tutti della medesima ditta di Calcinato.

Le due fazioni, composte ciascuna da due fratelli una di origini egiziane e l’altra di origini marocchine, si sono affrontate sulla via del cimitero, armate di pietre, taglierini ma anche di un pezzo di quaranta centimetri di legno da ardere e addirittura della pedivella di accensione e lo specchietto retrovisore di una vespa che si trovava parcheggiata lungo la strada.

All’arrivo dei carabinieri i contendenti hanno continuato a colpirsi. Sul posto è dovuta intervenire l’ambulanza del 118. Prognosi dai 4 giorni ai 25 giorni per ferite da taglio, qualche trauma e piccole fratture.

Dopo le cure in ospedale il trentaquattrenne e il trentottenne marocchini e il trentacinquenne e il trentasettenne egiziani, tutti abitanti a Calcinato, hanno trascorso il fine settimana agli arresti domiciliari. Nella giornata odierna, il Giudice del Tribunale di Brescia ha convalidato gli arresti disponendo il rinvio del processo su richiesta della difesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.